06 90146677 info@dominonline.it

Leadership: Che Cos’è e Cosa Significa

Leadership: Che Cos’è e Cosa Significa

La leadership è senza dubbio un argomento estremamente trattato ed approfondito; molti seminari sono organizzati sul tema e decine di aziende di formazione tendono a specializzarsi in training per sviluppare in manager e responsabili questa “qualità”. Ma in cosa consiste veramente la leadership? O meglio, per poterla comprendere più a fondo, quali ne sono le sue caratteristiche?

Potremmo rispondere “la forza”, “la capacità di comando”, “la grinta”, ma forse la parola che più di tutte può rispondere alla domanda è “il carisma”. Lo possiamo riconoscere in molti veri leader del passato e del presente, coloro che vien voglia di ascoltare, che ci fanno sognare e di cui siamo fieri di portare avanti le idee… Già, e per noi cosa vuol dire? Di cosa è fatto il carisma?

Definizione di Leadership

Vediamone la definizione sullo Zingarelli: “Prestigio personale derivante da innate capacità di comando, da forza di persuasione e simili”. Leggendola molti di noi potrebbero sentirsi un po’ frustrati… “innate capacità di comando” in fondo mi indica che o le ho o non le ho! Insomma o nasco capace di guidare (non dimentichiamoci che leader viene dall’inglese “to lead”, che vuol dire per l’appunto condurre, guidare) oppure, anche se mi viene data la responsabilità di un settore, se non ho questa fortuna dalla nascita avrò difficoltà! Analizzando la storia pochi uomini hanno veramente avuto questa grande qualità “innata”, e sicuramente siamo in grado di elencarli, ma, nella nostra realtà quotidiana a cosa ci serve?

Ho una buona notizia: la leadership, in realtà, è composta di tante caratteristiche che, se definite e comprese, possono assolutamente essere allenate! Il signor Hubbard, nei suoi scritti, ne ha fatto un esploso davvero interessante e vedrò di riuscire a darvene qualche spunto. Quale potrebbe essere la qualità fondamentale della leadership? La forza? La grinta? L’autorità? No, la competenza.

Immaginate per un attimo di non essere voi il capo, sicuramente vi sarà capitato, ebbene, rispondereste davvero agli ordini di qualcuno che non è competente? Seguireste gli ordini, ad esempio, di un responsabile di sala che è stato messo lì per motivi oscuri e che non ha esperienza e non sa come veramente organizzarsi? Forse per un po’, perché siete molto rispettosi oppure perché altrimenti perdete il lavoro, ma nel vostro intimo considerereste quel personaggio un vostro leader, un esempio da seguire? No, sicuramente no, e, nel momento di difficoltà, andreste invece da quel collega che la sa lunga ed ha ogni risposta! Quasi ogni collaboratore cerca aiuto per far bene il suo lavoro! Vuole risposte alle sue tante domande che con difficoltà tira fuori al suo capo autoritario… lo teme! Figuriamoci se poi quel capo non è nemmeno competente! Non verrà proprio preso in considerazione!

Facciamo un altro esempio in un settore commerciale. Inserisco un nuovo direttore che ha molte conoscenze, è di ottima famiglia, si presenta bene, è andato alle migliori università e si è laureato con il massimo dei voti. Ha preso poi un master negli Stati Uniti e conosce davvero il mondo! Certo, tutte cose ottime, ma… ha mai venduto? Ha mai sperimentato cosa vuol veramente dire fare una proposta commerciale, gestire le più assurde esigenze della clientela, il venditore che dimentica di inserire alcune clausole, il cliente che da per scontati una marea di optional, la differenza di richieste dei vari pubblici che serviamo, la depressione del commerciale che non riesce a farsi accettare delle proposte? Può sicuramente imparare se è una persona di valore, ma nel frattempo la nostra squadra a chi farà riferimento? Sceglieranno quello più disponibile ad elargire consigli e, molte volte, colui che ottiene più risultati!

E se noi stessi non siamo competenti in quel settore?

Non voglio certo dire che dobbiamo sapere tutto di tutto, è ovviamente impossibile, ed esistono degli specialisti che vengono inseriti in un gruppo di lavoro per fare lavori particolari. Ma non vuol dire nemmeno che, siccome esistono gli specialisti, non ne sappiamo assolutamente nulla delegando completamente il lavoro ai nostri collaboratori! Anche perché lo specialista deve essere seguito, si deve relazionare con qualcuno… chi volete che elegga come suo leader?

Nel caso del direttore commerciale, immaginando questa volta di aver scelto una persona davvero competente, avrà assolutamente bisogno di condividere e soprattutto relazionarsi con qualcuno per i progetti che decide di portare avanti. Avrà piacere a sentirsi compreso e trovare qualcuno che vede il valore di ciò che sta facendo! Ebbene, quel qualcuno deve essere il suo capo, anzi, il suo leader, colui che rappresenta l’azienda e ne porta avanti lo scopo con altrettanta passione e dedizione.

Ma qui stiamo entrando in un’altra caratteristica! E… giusto per non confondervi troppo le idee… ne parleremo la prossima volta! Per terminare invece sulla competenza, nel caso in cui ci rendessimo conto di non essere noi stessi sufficientemente competenti in un settore, diamo pure l’incarico al nostro specialista, ma nel frattempo tocca a noi studiare e prepararci così da poter capire veramente il suo lavoro e poter comunicare comprendendosi! Buon lavoro!

Vuoi Diventare un Manager Esperto? Scopri la nostra Domino Executive Academy

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *